Turismo Medico Italia | Fecondazione e Procreazione Assistita nelle migliori Cliniche mediche all'estero
Turismo Medico Italia è il partner per la Fecondazione e Procreazione Assistita all'estero, IVF, ICSI, FIVET e PGD seguiti da medici qualificati, in cliniche specializzate certificate e di alto livello.
turismo medico italia, fecondazione procreazione assistita, IVF ICSI FIVET PGD, cliniche mediche specializzate certificate
15554
page,page-id-15554,page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-6.6,wpb-js-composer js-comp-ver-4.4.2,vc_responsive
 

FECONDAZIONE E PROCREAZIONE ASSISTITA

La fecondazione assistita riguarda la fecondazione dell’ovulo da parte dello spermatozoo ed è il processo grazie al quale si attua l’unione dei gameti in modo artificiale, tramite l’osservazione al microscopio.
La fecondazione artificiale non è sinonimo di procreazione assistita, infatti con l’espressione procreazione medicalmente assistita ci si riferisce invece a differenti e varie metodiche che permettono di aiutare le coppie a procreare, siano esse chirurgiche, ormonali, farmacologiche o di altro tipo, le presentiamo nel dettaglio.

L’ovodonazione è una tecnica di fecondazione assistita di tipo eterologo che prevede la donazione di ovociti da una donna a un’altra. L’ovodonazione è indicata nel caso di ripetuti insuccessi di fecondazione artificiale, condotta con gli ovociti della paziente o nel caso in cui gli esami clinici sulla paziente mostrino che non “produce” ovociti o che ne “produce” in scarsa quantità o qualità, rendendo praticamente nulle le possibilità di iniziare o di portare a termine una gravidanza, anche attraverso le tecniche di fecondazione assistita. Il patrimonio ovocitario della donna si forma alla nascita quindi il termine “produce” è improprio: in realtà gli ovociti sono solo fatti maturare nei follicoli dell’ovaio e liberati. La conseguenza è che gli ovociti invecchiano con la donna, a differenza degli spermatozoi che sono prodotti ciclicamente. Dopo una certa età (in genere 35 anni) la loro qualità inizia a peggiorare e la probabilità di avere una gravidanza si riduce progressivamente. Per tale motivo in alcune cliniche si consiglia l’ovodonazione a tutte le donne sopra i 42 anni. Anche le donne già in menopausa (fisiologica o precoce) possono ricorrere all’ovodonazione, effettuando un trattamento ormonale opportuno per ristabilire fittiziamente il ciclo e preparare l’endometrio all’impianto dell’embrione. In alcuni casi gli ovociti ci sono, ma non vengono portati a maturazione naturalmente. Se le indagini cliniche individuano questo problema, prima di ricorrere all’ovodonazione è possibile tentare il prelievo del tessuto ovarico e provare a indurre in vitro la maturazione degli ovociti della paziente.

La donazione degli embrioni è un metodo della fecondazione artificiale con uso di ovociti di una donatrice anonima e spermatozoi di un donatore anonimo. Si tratta di una soluzione particolarmente adatta a coppie che per vari motivi non sono in grado di produrre né spermatozoi né ovociti sani. La donazione degli embrioni fa parte dei metodi più comuni e ha grande successo nel trattamento dell’infertilità. In base alle leggi attuali di Cipro, per esemprio, la donazione di gameti è volontaria e anonima sia per il donatore sia per il ricevente e anche per i bambini concepiti con questo metodo. Le Clinica sono soggette a controlli periodici da parte delle autorità statali (Ministero della Salute). La selezione dei donatori è eseguita da un medico sulla base del questionario compilato da parte della ricevente e del suo compagno, il medico cerca di rispettare al massimo i parametri di fenotipo. Donatrici degli ovociti sono donne giovani di età inferiore a 34 anni, per lo più si tratta di giovani madri oppure studentesse universitarie, esse sono completamente sane, con l’anamnesi familiare senza alcun genere di problema, senza malattie ereditarie, e si sottopongono sulla base della legge ai test genetici (cariotipo e l’esclusione delle mutazioni nel gene per la fibrosi cistica) e in più sostengono esami per escludere le malattie sessualmente trasmissibili (come HIV, HBsAg, HCV, Clamidia, Sifilide). Gli ovociti donati e gli spermatozoi donati non sono una fonte finanziaria per i donatori, essi hanno diritto al rimborso delle spese sostenute e per la sofferenza associata alla donazione. Gli embrioni donati sono messi a disposizione della coppia corrispondente per il transfer.

La Diagnosi Genetica Preimpianto (PGD) è una metodologia di procreazione medicalmente assistita che permette di identificare la presenza di malattie genetiche o alterazioni cromosomiche in embrioni ottenuti in vitro da coppie ad alto rischio riproduttivo, in fasi molto precoci di sviluppo e prima dell’impianto in utero. Questa metodologia aiuta i medici a comparare gli embrioni sani e gli embrioni con anomalie genetiche prima di avere una gravidanza. Quindi, se una gravidanza verrà portata avanti, l’embrione sarà indubbiamente sano, per evitare il ricorso all’aborto terapeutico.

Alcune anomalie identificate attraverso PGD sono:

Cromosoma X: Distrofia muscolare di Duchenne, la Sindrome dell’X Fragile, e la Sindrome di Turner

Cromosoma Y: Leucemia mieloide acuta

Cromosoma 13: Malattia di Wilson, cancro al seno, cancro ovarico

Cromosoma 18: Cancro del pancreas, malattia di Niemann-Pick

Cromosoma 21: Sindrome di Down

Ci sono altre malattie, come la falciforme (o depranocytosis) in cui i materiali devono essere preparati prima dell’inizio del processo. La preparazione può richiedere tempo e i prezzi per le diverse anomalie possono variare notevolmente rispetto alla procedura classica di PGD sopra descritta.
Ci sono innumerevoli malattie che possono essere diagnosticate attraverso la procedura di PGD. Alcune di queste malattie sono specifiche a un genere. Quando tale situazione è presente, può essere effettuata la selezione di genere, al fine di separare gli embrioni sani da quelli malsani.
La selezione di genere può essere effettuata anche con il proposito di bilanciare la famiglia. Le coppie che hanno almeno un figlio possono rivolgersi alla clinica in Cipro Nord con cui collaboriamo, per richiedere la procedura di selezione di genere del loro secondo bambino. I genitori senza figli non sono eleggibili per la procedura di selezione di genere.
Maggiori informazioni sulla PGD:

Introdotta 16 anni fa, la PGD è stata eseguita in almeno 10.000 cicli, in maggioranza applicati per la selezione e il trasferimento di embrioni aploide nella riproduzione assistita.

PGD evita la nascita di bambini con malattie ereditarie evitando il rischio di una interruzione della gravidanza.

PGD migliora i tassi di impianto e di gravidanza nel trattamento di FIV di prognosi poveri.

PGD ha ridotto ampiamente l’aborto spontaneo nei portatori di traslocazioni cromosomiche.

PGD sta ampliando le prospettive applicative della diagnosi prenatale come gli esami di anomalie a insorgenza tardiva e la produzione di HLA (Human leukocyte antigen / antigene umano leucocitario) abbinate alla prole, come donatori potenziali per i loro fratelli o sorelle che richiedano il trapianto di identiche cellule staminali HLA.

PGD fornisce l’acceso alle linee di cellule embrionali staminali umane di genotipi normali e anormali, consentendo la ricerca sui principali meccanismi di malattia, per sviluppare i reggimenti di trattamento per le anomalie genetiche che non sono disponibili al momento.

La selezione del sesso offre alle coppie l’opportunità di bilanciare le loro famiglie e avere un figlio o una figlia. Capiamo appieno il desiderio delle coppie di poter scegliere il sesso del loro bambino. I medici sono consapevoli del sesso dell’embrione, quindi adottano misure per garantire che solo gli embrioni di un genere selezionato siano restituiti al grembo materno. Il processo PGD (diagnosi preimpianto) utilizzato per questa operazione viene anche usato per selezionare l’embrione di malattie genetiche. Cipro Nord è uno dei pochi paesi al mondo in cui la selezione del sesso (PGD) è legale. La Diagnosi Genetica Preimpianto (PGD) è la sola procedura che prende in considerazione il sesso in cui i tassi di successo di selezione sono superiori al 99.9%.

La fecondazione assistita o artificiale – IVF (In Vitro Fertilization) o Fecondazione In Vitro (FIV) e trasferimento embrionario (FIVET) – è il processo col quale si attua l’unione dei gameti artificialmente.
L’incapacità di concepire o di completare la gravidanza sono problemi frequenti nelle coppie che desiderano figli. Sofisticate tecnologie biomediche permettono oggi di comprendere meglio quali siano le cause di questi problemi e di risolverli in un elevato numero di casi.
FIV è una soluzione meravigliosa alla sterilità, ma non è la sola soluzione.
La percentuale di successo è pari al 45% dei casi. In caso di donne di età inferiore ai 38 anni con utilizzo di spermatozoi sani, i tassi di successo sono tendenti al 60%. Sopra l’età di 40 anni, questo numero diminuisce notevolmente con tasso inferiore al 40%.
La Fecondazione in Vitro degli ovociti si esegue entro poche ore dal prelievo ecoguidato degli ovociti. Si possono utilizzare due tecniche: fecondazione in vitro (FIV) tradizionale, oppure l’inseminazione intracitoplasmatica (ICSI).
Nella Fecondazione in Vitro si permette agli spermatozoi di fertilizzare gli ovociti spontaneamente, in vitro. Gli spermatozoi devono superare una barriera costituita dalle cellule del cumulo ooforo che circondano gli ovociti: lo spermatozoo che ha migliori capacità natatorie, e che riesce a degradare l’Acido Ialuronico che circonda le cellule del cumulo, raggiunge l’ovulo e lo feconda.
Il primo “bambino in provetta” nasceva a Londra nel 1978, quando anche i medici non potevano sapere come questo sviluppo avrebbe aperto una nuova era nel trattamento della sterilità. Dopo vari anni di lavoro e ricerche e diversi tentativi falliti, nacque Louise Brown, la prima bambina al mondo concepita “in provetta”. Da quel primo successo, la Fecondazione in Vitro (FIV) ha fornito la chiave per trattare la sterilità a livello mondiale.
Attraverso FIV, i ginecologi hanno reso più efficaci i trattamenti ormonali e i pazienti hanno guadagnato una nuova speranza e i grandi successi hanno condotto all’apertura di molti centri medici intorno al mondo.
Attualmente, Turismo Medico Italia vi accompagna nella FIV per le tecniche seguenti:

Laser Assisted Hatching (laser per aiutare l’embrione a impiantarsi nell’utero)

Crioconservazione di Embrione

Crioconservazione di Corteccia Ovarica

Trasfer di Blastocisti

PGD (Diagnosi Genetica Preimpianto – biopsia di embrione)

ICSI (Iniezione Intracitoplasmatica)

TESE (biopsia testicolare)

PER OGNI INFORMAZIONE E RICHIESTA METTEREMO A VOSTRA DISPOSIZIONE
COMPETENZA E PROFESSIONALITA SENZA IMPEGNO DA PARTE DEL PAZIENTE

CONTATTACI